Melanzana bianca lunga Thai

La melanzana bianca lunga Thai, fa parte della famiglia delle Solanaceae. Così come le altre varietà, è originaria dell’Asia, ed in particolare dell’India introdotta nel Medio Oriente e Mediterraneo dagli arabi a partire dal VII secolo.

Descrizione

Melanzana bianca lunga Thai ripiena con tonno, olive e capperi.

La melanzana bianca lunga Thai, fa parte della famiglia delle Solanaceae. Così come le altre varietà, è originaria dell’Asia, ed in particolare dell’India introdotta nel Medio Oriente e Mediterraneo dagli arabi a partire dal VII secolo. In particolare questa varietà ha origine in Thailandia.
Questa varietà è caratterizzata dalla forma allungata, sapore intenso, e rispetto alle altre varietà la melanzana bianca lunga Thai non è amara. Il frutto è di colore bianco candido. Contiene un numero medio-basso di semi. Essi non rappresentano un problema in cucina, né per la salute quando ingeriti.

In Puglia non abbiamo informazioni importanti su varietà autoctone di melanzane. Tuttavia BiodiverSO ha studiato la melanzana antica, varietà recuperata dalle parti di Vieste e Peschici.

In cucina

La melanzana bianca lunga Thai si presta alle preparazioni più comuni. La sua buccia bianca tende ad imbrunire leggermente quando cotta, quindi si presta a presentazioni sfiziose ed innovative. Avendo un contenuto bassissimo di solanine (α-solanina, solasonina e solamargina) questa varietà non è amara. Il vantaggio quindi è che non richiede l’operazione di spurgo (messa sotto sale) durante le preparazioni. Questo non è un aspetto da sottovalutare: lo spurgo richiede tempo e spazio, affinché il sale faccia trasudare l’acqua portando con se le solanine.

SCOPRI LE RICETTE CON I NOSTRI PRODOTTI

Dettagli agronomici della melanzana bianca lunga Thai

Melanzana bianca lunga Thai

Pianta dalla buona rusticità e vigoria, richiede una buona irrigazione. Con terreni ben organicati, come i nostri in Contrada Cervarolo, la resistenza agli stress idrici aumenta notevolmente. Una buona pacciamatura, meglio se in paglia o sfalci di erba, riduce l’evaporazione dell’acqua, con notevoli risparmi per la sua distribuzione. Inoltre con la pacciamatura si ha una buona copertura del terreno, e quindi protezione della sostanza organica dall’irraggiamento solare, che invece è strettamente necessario sulla pianta affinché cresca abbia un buon accrescimento e fruttificazione. La tessitura del terreno deve consentire un buon drenaggio. Cresce bene con un clima temperato caldo, teme il gelo e l’umidità.

La melanzana bianca lunga Thai è una varietà precoce, il frutto è lungo mediamente tra i 15 e i 25 centimetri. Il sesto d’impianto è 50 x 70cm. La pianta raggiunge gli 80cm di altezza, e non richiede quindi tutoraggio.

La placenta con i semi si trova per metà del frutto quando esso ha forma curva, altrimenti sparso per tutto il frutto quando esso rimane di forma oblunga, dunque la rimozione dei semi per l’autoproduzione è risultata abbastanza facile e rapida.

AVVICENDAMENTO: si consiglia di usare la melanzana all’inizio di una rotazione, in quanto pianta da rinnovo.
CONSOCIAZIONE: si può coltivare tranquillamente con cavoli, finocchi e lattughe.
AVVERSITA’: Non sono stati riscontrati problemi di rilevo con insetti. La popolazione di afidi rilevata sulle piante è risultata trascurabile, quindi non è stato necessario intervenire con alcun tipo di trattamento fisico, o chimico (rigorosamente tra quelli ammessi col metodo biologico).

Share

Caratteristiche del prodotto

Nome botanico Solanum melongena L.
Periodo di semina fine marzo
Raccolta da luglio a fine ottobre
Durata del ciclo colturale 4 - 6 mesi